Estate, tempo di lucciole e di cambiamenti

Tempo d’estate, tempo di lucciole, metto in raccordo questo pensiero ascoltando “Fireflies” di Patti Smith, incantata dal cerchio concentrico dei suoni, come un rito. Le ho viste qualche settimana fa, le lucciole, tante tante. Specificatamente sono le lucciole maschio ad illuminarsi per attrarre le femmine.

Continua a leggere “Estate, tempo di lucciole e di cambiamenti”

Un viaggio e un nuovo video per i Sigur Ros

Dopo un ritorno trionfale ai live set in occasione del Primavera Sound Festival di Barcellona, i Sigur Rós si sono lanciati in un esperimento di slow tv in giro per l’Islanda e in un nuovo singolo.

Continua a leggere “Un viaggio e un nuovo video per i Sigur Ros”

Arriva ‘The Beatles: Eight Days a Week’

Cresce la curiosità intorno al documentario autorizzato di Ron Howard sui primi anni dei Beatles la cui data di uscita nelle sale statunitensi è il 15 settembre prossimo.

Continua a leggere “Arriva ‘The Beatles: Eight Days a Week’”

Violetta e la fiducia tradita

Nella testa risuona la voce fioca di Violetta nella seconda parte del secondo atto “Alfredo, Alfredo, di questo core non puoi comprendere tutto l’amore, tu non conosci qual fino a prezzo del tuo disprezzo provato io l’ho. Ma verrà tempo in che il saprai, com’io t’amassi confesserai, Dio dai rimorsi ti salvi allora. Io spenta ancora pur t’amerò”.

Continua a leggere “Violetta e la fiducia tradita”

The Neon Demon: una favola nera dal ritmo avvolgente e ipnotico

Il compositore veterano, Cliff Martinez, ritrova il regista Nicolas Winding Refn  per un thriller sensuale e immaginifico sul mondo dell’Alta Moda.

Continua a leggere “The Neon Demon: una favola nera dal ritmo avvolgente e ipnotico”

LUI è TORNATO

“Il televisore nel mio Hotel è così sottile…è un’opera straordinaria che dimostra la grandezza dell’uomo.
Ma che cosa c’è in televisione? Ciarpame. Nei momenti difficili il popolo ha bisogno di svagarsi […] Ma quanto sono brutti questi tempi, per subissare il popolo con una tale ondata di idiozie per minorati mentali.
In che paese viviamo? Povertà infantile; povertà senile; disoccupazione; tasso di natalità a livelli irrisori. E vi stupite?
Come si può, in questo Stato, mettere al mondo un figlio? Corriamo verso l’abisso profondo ma non è dato a vedercene, perché in televisione non ci fanno vedere questo abisso.
No, affatto, “Loro cucinano”. Combatterò questa televisione con tutto me stesso, finché l’abisso non verrà riconosciuto e insieme lo avremo superato. Sono le 20:45 e d’ora in poi si andrà in dietro nel tempo”. Continua a leggere “LUI è TORNATO”